ReteGAS

bozza progetto rilancio Cae 2.0

Questo argomento contiene 0 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da  . 8 anni, 7 mesi fa.

Stai vedendo 1 articolo (di 1 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #5842

    .
    Partecipante

    Messaggio per i gas che animano la Rete dei Gas Lazio

    Cari/e amici della Rete dei Gas, in vista dell’avvio del tavolo di progettazione sul rilancio della CAE concordato con il Comune di Roma, abbiamo preparato come Consorzio un bozza di lavoro per un nuovo progetto della Città dell’Altraeconomia che abbiamo chiamato simbolicamente CAE 2.0 (vedi allegato) Questo documento è da considerarsi dunque una base di partenza, chiaramente non esaustiva, per aprire il confronto con le organizzazioni che in questi mesi ci hanno manifestato l’interesse far parte di questa nuova progettazione da presentare al Comune. Entro fine mese convocheremo la prima riunione del tavolo di lavoro , con l’obiettivo concreto di arrivare a chiudere un progetto definitivo da presentare all’amministrazione comunale . Chiediamo alla rete dei Gas di valutare questo progetto e verificare un interesse dei gas presenti nella Rete a partecipare al percorso . Siamo disponibili a fissare un incontro con voi per valutare le vostre proposte.
    Saluti Riccardo Troisi
    Presidente Consorzio Cae

    Carissimi/e vi preghiamo si dare massima diffusione a questo messaggio, abbiamo bisogno di tutti i canali informativi a vostra disposizione per diffondere questa comunicazione. Grazie per la collaborazione. Consorzio Cae

    PROGETTO CITTA’ DELL’ALTRECONOMIA – ANDIAMO AVANTI!
    IL CONSORZIO CITTA’ DELL’ALTRA ECONOMIA RINGRAZIA LE DONNE, GLI UOMINI, LE ASSOCIAZIONI, LE COOPERATIVE, I MOVIMENTI GLI ESPONENTI DEL MONDO CULTURALE E DELLA POLITICA CHE HANNO SOSTENUTO E CONTINUANO A SOSTENERE IL PROGETTO CITTA’ DELL’ALTRECONOMIA (CAE).
    Dopo la forte mobilitazione di questi mesi che ha visto l’adesione di più di 15.000 persone a sostegno della petizione lanciata dal Consorzio C.A.E. per salvare il progetto della Città dell’Altraeconomia, siamo riusciti ad ottenere l’impegno del Sindaco Alemanno perché non si interrompa questa esperienza e si avvii anzi un percorso partecipato tra le realtà dell’economia sociale e solidale che rilanci fortemente il progetto e lo colleghi maggiormente all’intero territorio di Roma.
    L’amministrazione comunale ha riconosciuto così il valore del lavoro delle realtà insediate e delle attività svolte, come ulteriore occasione di ripresa per una città di Roma in profonda crisi culturale, sociale ed economica. E’ stata accolta la proposta presentata dal Consorzio di aprire un tavolo di progettazione cittadina per il futuro degli spazi della Città dell’Altra Economia, in continuità con il percorso svolto dal Consorzio. Questo primo risultato è stato il frutto di questa forte mobilitazione che crediamo sia tutt’ora fondamentale. In questi mesi abbiamo incontrato diverse realtà impegnate nell’altra economia in città, disponibili a condividere e rilanciare i principi del progetto Città dell’Altra Economia .
    Un luogo diventato anche una possibilità lavorativa concreta per piccole cooperative, associazioni ed imprese sociali, messe fortemente a rischio dall’amministrazione a causa di un lungo periodo di silenzi e idee di destinazioni di uso diverse da quelle per le quali lo stesso Comune si era fortemente impegnato in passato. Riuso e riciclo, energie rinnovabili, agricoltura e cucina biologica, turismo responsabile, commercio equo e solidale, finanza etica, software libero: questi settori di attività concorrono TUTTI insieme ad alimentare il tessuto di una possibile alternativa alla crisi, perseguendo il pieno “bien vivir” delle famiglie, delle persone, delle realtà sociali e imprenditoriali della città.
    Dobbiamo arrivare nel più breve tempo possibile a formulare una progettualità condivisa e partecipata per rilanciare la Città dell’Altra Economia, anche perché le attuali realtà che operano nello spazio dell’ex Foro Boario hanno bisogno di definire il loro futuro al più presto. L’amministrazione , dopo i cambiamenti sopraggiunti nella Giunta, deve ora dare seguito nella forma e nella sostanza alla concretizzazione del suo impegno a proseguire nel percorso avviato.
    A seguito della proroga concordata alle realtà insediate per continuare a lavorare fino al 31 marzo, il Consorzio ha già avviato una forte e rinnovata azione di investimento per il rilancio delle attività nella Città dell’Altra Economia, in collegamento con una ampia molteplicità di forze sociali della città. Abbiamo già ripreso a proporre alla città incontri, attività, idee e riflessioni, oltre ai prodotti e ai servizi dell’Altra economia quotidiana.

    Per tutte le informazioni potete consultare il sito : http://www.cittadellaltraeconomia.org
    Per esser partecipi di questo percorso potete scrivere direttamente al Consorzio Cae consorzioCAE@cittadellaltraeconomia.org
    Per informazioni stampa:
    Cesare Budoni – 349 6040937
    Responsabile Area comunicazione/eventi
    Consorzio “Città dell’Altra Economia”

    http://www.gasroma.org/wp-content/uploads/group-documents/5/1298829759-propostaprogettoCAE_05feb2011.pdf

Stai vedendo 1 articolo (di 1 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

Vai alla barra degli strumenti